Regione Veneto

Espressione Volontà

Guida destinata ai Comuni del Veneto per l’attivazione del servizio “CIE on LINE - donazione organi” al momento del rinnovo/rilascio della carta d’identità.

Una scelta in comune
Come già noto gli uffici anagrafe dei Comuni italiani possono diventare punti di raccolta e di registrazione delle dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti rese dai cittadini al momento del rinnovo o del rilascio della carta d’identità.
Le dichiarazioni così rilasciate verranno direttamente inserite nella rete informatica nazionale chiamata Sistema Informativo Trapianti dove vengono raccolte tutte le espressioni di volontà, favorevole o contrario alla donazione, rese dai cittadini presso le AULSS, i Comuni e l’AIDO.

La partecipazione al corso di formazione, insieme alla realizzazione del programma d’informazione alla cittadinanza, sono condizioni per l’abilitazione del Comune al servizio “CIE on LINE - donazione organi”.

L’abilitazione è rilasciata dal CRT del Veneto (Coordinamento Regionale Trapianti).
Per chiarimenti contattare il Coordinamento Regionale per i Trapianti (049 8218124-5 crt@regione.veneto.it).

Di seguito i 5 passi da compiere per poter ottenere il nulla osta per l’attivazione del servizio “CIE on LINE - donazione organi”

1. La delibera comunale di adesione

2. La valutazione, da parte del Comune, dell’aspetto tecnico informatico del gestionale CIE

Contattare il Centro Nazionale Trapianti (CNT) per tutto quanto concerne l’aspetto tecnico del gestionale CIE relativamente alla sezione sull’espressione di volontà alla donazione di organi e tessuti:
  • segreteria CNT: 06 49904040
  • responsabile Tiziana Cianchi: 06 49904430, progettocomuni.cnt@iss.it.

3. Formazione dei dipendenti dell’ufficio anagrafe

Dall’opportunità di registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti, in coincidenza con l’emissione della carta d’identità elettronica (CIE) discende la necessità per gli operatori degli uffici anagrafe di comprendere dei cenni generali sul tema della donazione e del trapianto.
Per questo motivo, oltre al corso di formazione sulla procedura CIE, organizzato dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato, è previsto anche un corso di formazione regionale, organizzato dal Coordinamento Regionale per i Trapianti del Veneto (CRT), sul tema della donazione di organi e tessuti.
Il corso serve ad introdurre l’operatore dell’anagrafe al tema della donazione di organi e tessuti: come e perché esprimersi sulla donazione; le risposte alle domande più frequenti; come proporre la scelta ai cittadini; informare che la decisione presa può essere cambiata in qualsiasi momento; come viene gestita la dichiarazione rilasciata; ecc..
La formazione per i Comuni veneti è tenuta dal personale medico del CRT del Veneto e il calendario dei corsi viene comunicato a tutti i Comuni dal CRT o dai partner del progetto.
Consigliamo al Comune di partecipare al corso di formazione e di predisporre la campagna di informazione, prima di attivare il servizio CIE, questo perché la schermata “CIE on LINE - donazione organi” del programma CIE non potrà essere abilitata dal Ministero senza il nulla osta del CRT.
Per favorire l’abilitazione dei Comuni già autorizzati ad emettere la CIE, ma non ancora formati dal CRT, sarà possibile per loro prendere visione del pacchetto formativo disponibile sul sito del CNT.
Terminata la formazione on line, il Comune dovrà inviare al CNT il modulo di richiesta di abilitazione e l’impegno a partecipare, comunque, al corso di formazione del CRT.
Al fine di organizzare meglio la formazione in aula sarà opportuno inviare, per conoscenza, il modulo anche al CRT a mezzo mail (crt@regione.veneto.it).

4. Informazione alla cittadinanza

Per far sì che il cittadino che si presenta all’anagrafe sia già preparato ad esprimersi sul tema della donazione di organi e tessuti al momento del rinnovo o del rilascio della carta d’identità, il Comune potrà organizzarsi predisponendo delle azioni di comunicazione finalizzate al raggiungimento di due obiettivi specifici:
  • informare i cittadini sulla nuova opportunità di dichiarazione della volontà presso l’ufficio anagrafe;
  • fornire al cittadino le informazioni utili per esprimere la propria volontà, perché la scelta del cittadino, di diventare o meno donatore, dovrà essere libera e consapevole.

Ecco alcuni esempi di attività da compiere per informare la cittadinanza.

Materiali informativi: si dovrebbero utilizzare brochure informative e locandine da distribuire presso gli Uffici Anagrafici Comunali, Servizi territoriali, Ospedalieri, Aziende Sanitarie Regionali, ambulatori di Medici Medicina Generale, Farmacie, U.R.P. .

Per una corretta informazione, si consiglia l’utilizzo dei seguenti materiali messi a disposizione dal CRT:

1) la locandina, nella quale va inserito il logo del vostro Comune;

Scarica la locandina

2) la brochure nella quale nella pagina 1 va inserito il logo del vostro Comune e nella pagina 6 va inserita la AULSS di competenza con tutti i relativi Coordinamenti Ospedalieri Trapianti, completi di mail e telefoni come dalle informazioni indicate nell’elenco;

Scarica la brochure
Vedi elenco AULSS e COT

Nota bene: il CRT fornirà solo i modelli di locandina e di brochure mentre tutto ciò che riguarda l’adattamento grafico e la realizzazione della stampa saranno totalmente a carico del Comune.

3) Lettera informativa: in occasione della scadenza e del rilascio della Carta d’Identità, il Comune potrà spedire ai cittadini una lettera con la quale rende noto che il Comune ha aderito a questo progetto.
Per facilitare il compito ai Comuni, il CRT mette a disposizione un fac simile di lettera.

4) Internet: è auspicabile che sui siti istituzionali del Comune, compresi i canali social (Facebook, Twitter e Youtube), siano presenti tutte le informazioni necessarie per la promozione della nuova modalità di dichiarazione.
Sarebbe opportuno inserire anche due collegamenti, uno alla pagina del CNT e uno alla pagina del CRT.

5. Abilitazione del Comune con nulla osta del CRT

La partecipazione al corso di formazione (punto 3), insieme alla realizzazione del programma d’informazione alla cittadinanza (punto 4), sono condizioni per l’abilitazione del Comune al servizio “CIE on LINE - donazione organi” da parte del CRT.
Per abilitare il Comune il CRT comunicherà al CNT il proprio nulla osta all’abilitazione del Comune.
Successivamente il CNT potrà attivare la sezione sull’espressione di volontà alla donazione di organi e tessuti del gestionale CIE del Comune richiedente.
Il CRT provvederà ad emettere nulla osta solo dopo aver verificato che il Comune abbia partecipato al corso di formazione e dopo aver ricevuto dal Comune evidenze dell’attivazione della campagna d’informazione o che si sia impegnato a farlo nel caso fosse un Comune già abilitato alla CIE.